Passa ai contenuti principali

Learning Tower o come sopravvivere a un mammone cronico

Finalmente è arrivata in casa nostra…. Questo è proprio uno di quegli oggetti che una volta che entrano a far parte dell’arredamento della casa non puoi più farne a meno. Ma come abbiamo fatto fino ad ora a farne senza? Ecco a voi, vi presento la cosiddetta Learning Tower o Torre dell’apprendimento Montessoriana. Niente di più che una sedia alta con una impalcatura che permette al vostro nanetto di essere accanto a voi ma in tutta sicurezza.


Gabri è sempre stato abituato fin da piccino picciò a stare ad altezza mamma in qualche supporto tipo fascia o marsupio ergonomico sia in casa che fuori. Questo perché era, in alcuni momenti della giornata, l’unica modalità per farlo stare tranquillo o farlo addormentare mentre la sua mamma poteva pensare anche alla cucina, al rassetto o semplicemente al passeggio. In questo modo è sempre stato partecipe a ciò che mi occupava destando in lui curiosità e interesse alle attività di vita quotidiana. La sua curiosità non è svanita, anzi…. Giochi e giochi abbandonati in un angolo e sostituiti dai più economici e funzionali attrezzi domestici quali pentole, tupperware, mestoli , imbuti ma anche spazzole per capelli, scope e aspirapolveri. Per lui non c’è nulla di più interessante che osservare la mamma cucinare o armeggiare nel bagno. Ormai che è un piccolo ometto, non sopporta più di restare fermo e passivo dentro un supporto (a parte quando è in vena di coccole oppure siamo a passeggio)… lui vuole partecipare, aiutare, fare e brigare.
Una volta piazzato in postazione è totalmente libero di stare a fianco della sua mamma (quale posto migliore di questo?) e di “aiutarla” in qualsiasi attività. Per lui non c’è soddisfazione più grande che essere partecipe di ciò che faccio, sentirsi utile e condividere con me tempo e spazio. Sicuramente lavorare con lui come aiutante rallenta un pochino i tempi… ma d’altra parte lui vorrebbe stare in braccio o mi starebbe attaccato a una gamba quindi per me è comunque un guadagno in termini di serenità e di tempistiche. In cucina posso coinvolgerlo nella preparazione della cena o lasciarlo osservarmi scambiando con lui qualche parola oppure posso aiutarlo a lavarsi le manine o i denti davanti al lavandino del bagno.


Questo meraviglioso “attrezzo” è tanto una conquista per me quanto per lui…. Non dimentichiamoci che fa parte del metodo Montessori  come strumento educativo per sviluppare nel bambino curiosità e indipendenza .

La torre dell’apprendimento è davvero un aiuto eccezionale! Gabri ha subito imparato a salire e scendere in tutta sicurezza. La torre che ci è stata confezionata è dotata di un semplice sgabello ikea a due gradini (Bekvam clicca qui) a cui sono stati aggiunti delle sbarre verticali e orizzontali che permettono al bimbo di sostenersi ed evitare di cadere. Un papà che si destreggia nell’utilizzo di strumenti per il legno saprà costruirla senza particolari problemi (ci sono diversi tutorial on-line) oppure si possono trovare delle bellsime soluzioni già confezionate.
In ogni caso, l’importante è che sia costruita in modo stabile e fermo, il bambino ci sta in piedi sopra quindi dobbiamo evitare situazioni pericolose e predisporre il piano di lavoro in modo che non ci siano utensili che possano danneggiarlo. Personalmente non mi allontano mai troppo, è un supporto utile e sicuro se usato con cautela.


Noi ci divertiamo un sacco, e voi? L’avete mai provata? Fatemi sapere!

Commenti

Post popolari in questo blog

La nostra vacanza estiva a Pozza di Fassa, l'alloggio

Quest'anno la meta delle nostre vacanze estive montanare è stata la Val di Fassa. In particolare abbiamo soggiornato a Pozza di Fassa in un carinissimo e comodissimo appartamento appena fuori dal centro.

La casa presso cui abbiamo alloggiato prende il nome "El Sangon", casa con strada d'accesso privata. Abbiamo optato per la soluzione appartamento perché si adegua meglio alle nostre esigenze di organizzazione familiare: l'idea di cenare in un ristorante con altre persone tutte le sere insieme a un bimbo di due anni che scappa dal tavolo appena può ci stressava già in partenza.  Appartamento per noi, in questo momento storico della nostra famiglia, significa meno stress e più indipendenza di orari e abitudini. 


L'appartamento in cui abbiamo alloggiato si trova al piano terra della struttura, 110 m2 circa, 7 posti letto (vacanza con i nonni materni e la nostra nipotina di 7 anni) e 5 locali così suddivisi: cucina abitabile con piccola dispensa adiacente, soggio…

Aquapark a Pozza di Fassa: attività divertente per grandi e piccini

Eccomi con il secondopost che avevo promesso sulla nostra vacanza settembrina a Pozza Di Fassa in Trentino. 
Come ho raccontato già ampiamente nel post precedente, abbiamo soggiornato in uno degli appartamenti del Camping Vidor e abbiamo usufruito dei servizi che il campeggio riserva ai suoi ospiti. 
All'interno del campeggio è presente un Aquapark Indoor aperto a tutti, con prezzi agevolati per i clienti, e un Alpine Spa Beauty Center.
Per noi è stata una utilissima e divertentissima opportunità per divertirci in una giornata piovosa che altrimenti avremmo dovuto passare in appartamento. 
Quando si viaggia con i bimbi e si incappa in giornate piovose, soprattutto in montagna dove il brutto tempo non va mai sottovalutato, si rischia di non sapere cosa fare quindi poi di annoiarsi e innervosirsi. 
Per noi è stato un ottimo modo per impiegare il nostro tempo divertendoci e facendo divertire i bambini, cosa più importante perché, se loro sono felici...anche noi genitori siamo più rilassat…

Idee regalo per un bebé

Non sapete cosa regalare a un bimbo/a appena nato/a? 
Ognuna  di noi ha una amica, sorella, cugina o collega in dolce attesa... se state pensando a cosa regalarle ma non avete idee o temete di regalare qualcosa di indesiderato o non gradito vi lascio un piccolo vademecum con idee senza dubbio utili.

Quando arriva un piccolino o una piccolina si è sommersi di visite e regali da parte di conoscenti e amici, il lieto evento solitamente è sempre accolto con tanto affetto da parte di tutti e anche la vicina di casa o l'amica della mamma si prodigano per omaggiare il nuovo arrivato/a anche con un piccolo pensierino.  Ma il regalo sbagliato, inappropriato o che non combacia con il gusto della mamma è sempre dietro l'angolo, il classico esempio: vestitini mai utilizzati perché della taglia sbagliata o della stagione non adeguata o di stile o gusti che non collimano con quelli della mamma.
Se i neo genitori non hanno previsto una lista nascita o non se siete a conoscenza, potete leggere la…