Passa ai contenuti principali

I 10 oggetti del cuore del primo anno-parte 1

La prima gravidanza…. che momento magico. Quando scopri di essere in attesa di un piccolo cucciolo d’uomo il mondo circostante diventa più morbidoso, coccoloso e patatoso. Inizi piano piano ad abituarti all’idea che un piccolo frugoletto addolcirà con i suoi vagiti le tue mura di casa e la tua routine acquisterà una dolcezza mai provata fino a quando inizi ad addentrarti nella giungla e nel loop del “ma cosa servirà al piccolo erede per poter sopravvivere alla vita fuori dal caldo utero materno?”, “quali tecnologici oggetti saranno talmente indispensabili per la sua sopravvivenza?”. E allora decidi di intrufolarti spaesato e furtivo in uno di quegli store per bambino alla ricerca di risposte alle mille milla domande che ti ronzano nella testa.
E se pensavi di uscirne con delle risposte, caro genitore, ti sbagliavi di grosso…. Perché appena ti vedono vagare per le corsie tra carrozzine, passeggini, ovetti, fasciatoi, seggioloni auto e seggioloni pappa, vaschette per il bagnetto, giostrine con un grossissimo punto interrogativo sulla testa… proprio in quel momento il commesso ti si avvicina con il suo più bel sorriso brevettato e, guardandoti come se fossi un bel polletto da spennare, ti interroga: “ Ha bisogno di aiuto?” . E tu: “ stavo solo dando una occhiata….”. E lui: “prego, faccia pure con comodo. Se dovesse avere bisogno sono qui a sua disposizione, tra l’altro proprio oggi, e solo per oggi, abbiamo una super promozione in corso per cui, se lei acquista tutto quello che abbiamo in catalogo, avrà uno sconto immediato del 50% alla cassa”.
A noi è capitato davvero così, più o meno… A quel punto tutto quello di cui siamo stati capaci è stato darcela a gambe levate e, con la paura di dover aprire un secondo mutuo per fare fronte a una spesa di quella portata, abbiamo cercato di capire cosa fosse necessario e cosa effettivamente no.
Nella giungla degli oggetti che possono essere utili e indispensabili nel primo anno di vita del piccolo pargolo ho pensato a quei 10 che ci hanno proprio reso la gestione più facile in ordine rigorosamente sparso. Ecco i nostri oggetti del cuore:

IL NASPIRAPOLVERE: iniziamo subito con il botto. Quale oggetto infernale sarà mai questo? Quando l’ho sentito nominare la prima volta ho pensato che non l’avrei mai comprato… invece si è rivelata una delle spese più azzeccate, utili e indispensabili. Questo aggeggio altro non è che un piccolo aspiratore nasale che si attacca al bocchettone del vostro aspirapolvere di casa (per alcune marche è necessario un adattore tipo per il Folletto). Con un meccanismo a me oscuro, modula l’aspirazione per permettere lo svuotamento delle piccole narici del/della ranocchietto/a con tutta delicatezza. E’ la salvezza quando arrivano i primi raffreddori: in un secondo il nasino tappato ritorna sgombro con sollievo di mamma e papà che prima del suo acquisto dovevano ricorrere a quello ad aspirazione manuale (tramite bocca). Noi l’abbiamo acquistato in parafarmacia ma si trova anche on-line o in qualsiasi negozio per bambini. Quello in foto è quello che abbiamo noi, stra-usato, funziona benissimo…





PASSEGGINO LEGGERO PLIKO MINI PEG PEREGO: appena Gabri ha acquisito la posizione seduta abbiamo cercato un passeggino leggero, maneggevole e pratico. Qualcosa che potesse rendere gli spostamenti più veloci e meno impegnativi per la mamma. Abbiamo optato per questo modello e le nostre aspettative sono state più che soddisfatte. Testato in spiaggia, in aereo, in città e anche in campagna (anche se credo che su terreni particolarmente accidentati e sconnessi delle ruote più alte e robuste sarebbero più comode). Unico neo è che viene venduto di serie senza il frontalino che quindi va acquistato separatamente. Noi abbiamo scelto il colore giallo, eccolo qui in tutta la sua bellezza:




MARSUPIO ERGONOMICO EMEIBABY: ve ne ho già ampiamente parlato nel post precedente “Come sono diventata una mamma canguro alias ilfavoloso mondo del Babywearing”. Continuo a sostenere che sia uno degli oggetti per noi imprescindibili, impossibile farne a meno….




SACCHETTINE IMPERMEABILI: le sacchettine impermeabili per pannolini lavabili sono utili anche per chi come noi, utilizza pannolini usa e getta (possibilmente non trattati). Utilizzate come sacchette porta pannolini puliti, salviette e fasciatoio portatile si sono rivelate utili anche per riporre il costumino bagnato dopo la lezione di acquaticità mantenendo un certo stile evitando sacchettini di plastica volanti. Le fantasie poi sono bellissime…



MUSSOLINE: usate parecchio i primi mesi per avvolgere il piccolo ranocchio e contenerlo (mi ha sempre fatto molta tenerezza questa pratica), usate poi per coprirlo in estate durante la nanna in spiaggia o per fargli ombra. Queste di Ikea sono molto comode e carine, 100% cotone.


Ovviamente queste non sono che una parte del corredo di Gabri, credo siano quegli oggetti che ci hanno aiutato di più e a cui siamo più affezionati.

Presto seguirà la seconda parte, intanto sono curiosa di sapere quali sono stati o sono i vostri oggetti del cuore…

Commenti

Post popolari in questo blog

Shopping online per bimbe: ovviamente handmade!

Adoro i vestiti fatti a mano, ormai si sarà capito... e non c'è che dire, quelli per bambini sono sempre più accattivanti e invitanti.
Ormai le collezioni invernali sono in super saldo e, nonostante il freddo che ancora caratterizza i nostri giorni, stanno iniziando a fare capolino timidamente le nuove collezioni primavera/ estate.

Oggi vi propongo quindi una sbirciata nelle nuove proposte che ho adorato...ovviamente tutto rigorosamente fatto a mano. 
Mamme con bimbe, ho pensato a voi... cercherò presto però di rifarmi anche per le mamme di maschietti come me (le due proposte  di oggi hanno anche una selezione bimbo quindi piano piano immagino verrà fuori qualche bella sorpresa...)

BENNIBLU 
Dallo stile country o shabby a quello africano ecco i vestitini per bimba di BenniBlu per questa primavera. Io li trovo bellissimi, vivaci e colorati... Dall'entroterra Riminese una selezione di vestitini frizzanti da sfoggiare in città, nelle passeggiate primaverili al parco ma anche nella cal…

Cosa c’è di più romantico di una “Strada Romantica?”

MaRaffa...handMade with care